Diario

Scarpette

13517599_10209769879189651_1659211996830988530_oUna stanza condivisa non è mai una stanza troppo ordinata, specialmente se con una sorella e specialmente in clima natalizio, quando tiri fuori roba, mai troppo antiquata, come il calendario dell’avvento in lino a forma di pupazzo di neve. Sono più o meno vent’anni che mia madre mi consiglia di dare una nuova postazione ad un borsone piazzato in uno dei quattro angoli di questa cameretta crema, e sono più o meno vent’anni che ha ragione: rimpicciolisce lo spazio. Il borsone, però, rimane lì, strapieno di cose che mi serviranno e di altre appartenenti al passato che, invece, non utilizzerò più. Sono ricordi, non riesco a disfarmene. Mia madre sa che non sposterò quella sacca, almeno finché abiterò qui.
Ogni lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio per me è sempre stato sacro. Dispongo di scarpette di danza per ogni disciplina. In effetti, non so a che quota sia arrivata con l’acquisto, risalente ad alcuni mesi fa, di queste mezze punte (Capezio, per la cronaca) ed è troppo alto il numero di quelle che ho provato e di quelle che ho distrutto a partire dal 1994, così alto che ho cominciato ad amare l’odore della similpelle nuova. Quante cose mi ha dato la danza. Tutti sanno (e io non posso che condividere) che la danza è sacrificio, eppure, non riesco a ricordare una sola lacrima di dolore versata per essa, nonostante alcuni incidenti di percorso, di tipo fisico, mi abbiano poi impedito di proseguire a livelli più alti. Non ho mai rinunciato ad essa. Non è casuale la scelta della fotografia per questo post, quando l’ho scattata indossavo un paio di jeans e provavo a smollire le scarpine nuove camminando per casa. La danza è stata la mia prima e la mia più grande passione e le passioni, si sa, muovono l’anima, la modellano, fanno allineare tutto e aiutano a sentirti libero. Avevo le idee chiarissime, volevo andare a scuola di danza per studiarla, per imparare a riprodurre un grand jeté e, da lì, ho sempre riservato un posto nelle mie giornate per lei, sino ad oggi. È nella danza che ho trovato rifugio molte volte, e non posso negare che essa sia stata (seppur trasversalmente perché lui, no, non è un ballerino) galeotto tra me e la persona di cui oggi sono follemente innamorata (chissà, magari potrei raccontarvi questa storia, un giorno) o che abbia contribuito a plasmarmi, in quanto, come leggevo da qualche parte, la bambina a scuola di danza potrà non diventare mai una ballerina professionista, ma la cortesia e la gioia del movimento la toccheranno per sempre.

Annunci

25 thoughts on “Scarpette”

  1. Ho fatto danza classica dai 3 anni ai 10, ho ballato al Sistina di roma…mia figlia ha danzato dai 6anni ai 12…ora abbiamo una scatola di abiti e scarpette che non potremmo gettare mai. E’ un profumo senza tempo quella danza.
    Ho indossato ancora le scarpette ora, che di anni ne ho 58 🙂 (https://tuttolandia1.wordpress.com/2016/11/06/lemozione-e-una-luce/ qui le puoi veder nell’ultima foto – https://tuttolandia1.wordpress.com/2015/07/17/due-generazioni/).

  2. Io ho fatto danza quando avevo 4 o5 anni poi l’insegnate disse a mia mamma che era meglio se mi davo all’ippica e così è stato. Purtroppo a quanto pare la grazia e la leggiadria non hanno mai fatto parte di me. Hahahahahahah! ;P
    Mhuà! :*
    Luna
    http://www.fashionsnobber.com

  3. Ciao!
    ho fatto per 15 anni anche io danza e le mie scarpette di tip-tap non si toccano dall’armadio. Rimarranno lì finchè campo. Sia perchè ogni tanto, rivedendole, mi torna la voglia di metterle ai piedi e provare a rimettermi in gioco..”chissà se sono ancora capace? “, sia perchè fanno parte di una larga fetta della mia vita che mi suggerisce bei ricordi e divertimento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...