Diario, Senza categoria

Io e la mia terra a Natale

2
Giornate frenetiche queste appena trascorse tra un pandoro a colazione, merenda e cena. Avete mai fatto caso che i pandori sono il vero passe-partout del Natale? Citofono, altri parenti, apriamo un pandoro (e una bottiglia). Principalmente sono stati giorni dedicati alla famiglia e a me va benissimo così. Non so perché ma, quando penso al Natale, la prima cosa che mi viene in mente è l’mmagine di mio padre che sbuccia per me un mandarino.
Il termometro segna appena 2°C. Ebbene sì, anche qui in Sicilia fa freddo, soprattutto alle pendici dell’Etna, così nitida e vestita di bianco che persino di sera riesci ad individuarne il profilo. Questa notte, invece, ha fioccato per tutto il tempo, quasi a far da preludio alla notte di San Silvestro. Ho ricevuto diversi regali, sia materiali che affettivi. Vorrei un attimo condividere con voi quello che Sario ha pensato di farmi trovare sotto l’albero quest’anno, ossia la collanina col pendente a tema tamburello siciliano di Isola Bella. Come tutti i gioielli di questa linea, il ciondolo è realizzato in argento Sterling 925, disegnato, decorato e smaltato a mano da maestri orafi. Amo questa linea perché valorizza e consente di indossare la mia terra, la Sicilia. Considero questo ciondolino un po’ come un portafortuna, così piccolo e al tempo stesso prezioso. Il tamburello, tra l’altro, ha una storia interessantissima, si tratta di uno strumento musicale portato qui dai coloni greci, simbolo per eccellenza delle sonorità sicule e della cadenza ancestrale.
Ma, avete idea di quanto sia bella la Sicilia in questo periodo? A volte io stessa non riesco ad averne piena consapevolezza, perciò amo ricordarmene organizzando delle lunghe passeggiate presso antichi borghi e località caratteristiche. Due giorni fa abbiamo approfittato di un intero giorno di ferie per dedicarci a Castelmola e Taormina, in provincia di Messina, a cavallo tra terra nera, cielo, fuoco e il blu del Mediterraneo. Vi lascio con alcune foto di quella fredda e soleggiata giornata di fine dicembre.

Annunci

23 thoughts on “Io e la mia terra a Natale”

  1. Mi è bastato leggere il tuo articolo e vedere le tue foto, per volare lontano con la mente. In una terra soleggiata, di freddo vestita per queste vacanze e con uno spirito natalizio fatto di famiglia e semplicità che è sempre anche il mio preferito…

  2. Che bello. Brava brava e che bel sole che ti godi. Quasi quasi invidio. Anche x noi il temburello è importante, nel salento, e ogni qual volta torno giù nn esito a cercare una sagra dove potermi godere il suo suono…. fermo restando che x le pupille ho sempre il mio personal in casa 🙂

    1. Ciao carissima ❤ Sì, questi giorni sono stati quasi sempre giorni di sereno, impossibile restare a casa senza godersi il sole. Sono contenta che anche tu trovi straordinario il tamburello. Un abbraccio e buon anno :*

      1. Ah beh fatto salvo x qualche uscita sporadica di necessità credo di aver fatto x la prima volta le vacanze di natale segregata in casa coi bimbi malati e concluso l’anno in malattia 4 su 4… la fine dwl 2016 la voglio proprio cancellare. Speriamo meglio x il 2017

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...