Diario, Senza categoria

Equinozi

spring

Sapete tutti cos’è un equinozio, è quel momento della rivoluzione terrestre intorno al Sole in cui la nostra stella si trova allo zenit dell’equatore. Durante questo particolare fenomeno le giornate sono caratterizzate da giorno e notte di egual durata, per tutti i luoghi del Pianeta. Notte e giorno, luce e buio in stessa quantità.
Non ho mai capito se marzo sia un mese che scorre lento o veloce, eppure il tempo passa e spesso mi ha lasciata indietro, anche troppo. Marzo profuma palesemente di pioggia e zagara, i bordi delle strade sono costellate di Denti di leone (non mi piace chiamare questo fiore Tarassaco comune) e dovreste vedere quanti mandorli sono sbocciati qui in territorio etneo. Al sole fa persino un piacevole caldo, è chiaro che la natura comincia il suo risveglio. Sono sempre stata molto empatica con la natura (voi no?), mi sento un po’ come lei in questo momento, per esempio, in attesa di una qualche rinascita.
Mia madre ha sempre detto che non è un caso che io sia nata proprio in primavera, questa stagione ha sempre avuto un forte significato per me. Questi sono stati dei lunghi mesi di equinozio personale, in cui giorno e notte si sono alternati nella mia vita e hanno convissuto. Non so quanto possa essere così, ma mi piace pensare che qualcosa sia destinato a sbocciare e cambiare, sono in attesa del mio solstizio.

Senza un pc un po’ tutti oggi ci sentiamo fuori dal mondo, ma rieccomi qui tra voi! Novità dell’ultimo periodo? Il 4 luglio sarò a San Siro a vedere ed ascoltare i Coldplay, con Sario ovviamente e altri amici. Non sto nella pelle, amo questo gruppo, è stato importante per me.

picture from Kaboompics

Annunci

17 thoughts on “Equinozi”

  1. Ci sono moltissimi segnali di primavera anche dalle mie parti qui a Trieste e oggi sembra di essere quasi in estate con 25°!
    Marzo è il mese dei mercatini di fiori per me, quindi molto atteso. Nel frattempo sul terrazzo il tarassaco nasce spontaneo in parecchi vasetti: è considerata una pianta infestante, ma a me mette allegria quindi lo lascio crescere. 🙂

  2. Si, tutto si riapre e riprende fiato.
    Anche i minuti sembrano più dilatati.
    Nell’augurarti buona serata, confesso, che t’invidio molto per il concerto.
    Ricordati di fammi sognare, postando, qualche foto.
    Un abbraccio❣

  3. Ciao, è la prima volta che finisco nel tuo blog 🙂

    Io vivo a Palermo, una città ricca di storia e virtù, purtroppo soffocata dallo smog e da un generale caos. Però in questi giorni di primavera, adoro passeggiare per le vie della città perchè l’aria è inondata da un piacevole profumo di zagara, il fiore degli agrumi. E’ qualcosa che incantò persino lo scrittore Goethe.

    1. Ciao bellissima, grazie mille per il commento, anzi, scusa tantissimo per il ritardo, è stato un periodo piuttosto intenso per me. Sì, Goethe rimase incantato dalle nostre terre agrumate e profumate di zagare. Ti seguo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...